Vicenza Unesco

Deprecated: Array and string offset access syntax with curly braces is deprecated in /web/htdocs/www.vicenza-unesco.com/home/libraries/gantry/core/utilities/registry/format/ini.php on line 107

Deprecated: Array and string offset access syntax with curly braces is deprecated in /web/htdocs/www.vicenza-unesco.com/home/libraries/gantry/core/utilities/registry/format/ini.php on line 120

La città di Verona

Storia, arte e cultura

Un primo nucleo abitativo sul colle di S. Pietro esisteva già in epoca protostorica; a queste prime popolazioni subentrarono più tardi Galli Cenomani.
Nell'89 a.C. Verona divenne colonia romana e nel 49 a.C. fu trasformata in municipium; la città, posta su alcune delle vie di comunicazione più importanti dell'Impero, divenne un fondamentale centro strategico e commerciale, ruolo che mantenne anche dopo la caduta dell'Impero, via via che veniva occupata da ostrogoti, longobardi e franchi. Nel X sec., dopo aver cacciato gli Ungari che avevano pesantemente saccheggiato la città, Ottone I la fece diventare parte della Baviera, ma già nel 1107 divenne libero comune e partecipò attivamente alla Lega Veronese con Vicenza, Padova e Treviso contro l'imperatore Federico Barbarossa.

Nel corso del XIII sec. Verona fu teatro di lotte intestine fra le famiglie locali per la conquista del potere. Dal 1226 al 1259 si impose Ezzelino da Romano che diede luogo a un dominio brutale e sanguinario. Dopo la sua morte Mastino I della Scala fu eletto podestà e capitano del popolo; con lui aveva inizio la signoria degli Scaligeri che mantenne il potere fino alla fine del secolo successivo. Sotto il dominio scaligero, Verona raggiunse l'apice della sua potenza e conobbe la sua più felice e tipica stagione artistica. Principale artefice di questo successo fu Cangrande I, signore dal 1308 al 1329.

Dopo un breve periodo di signoria viscontea (1387-1405), la città entrò a far parte spontaneamente della Repubblica di Venezia, il cui lungo dominio (di quasi quattro secoli) garantì tranquillità e benessere, permettendo un nuovo sviluppo artistico e culturale.
Nel 1796, l'occupazione da parte delle truppe napoleoniche diede nuovamente alla città un ruolo essenzialmente strategico e militare. Ceduta all'Austria col trattato di Campoformio, nel 1805 entrò a far parte del Regno Italico Napoleonico, ma nel 1814 ritornò definitivamente all'Impero Austriaco, diventando un centro amministrativo e la principale roccaforte del sistema difensivo conosciuto come "Quadrilatero" insieme a Mantova, Peschiera e Legnago.
Protagonista del Risorgimento e delle guerre d'indipendenza, Verona fu liberata e unita al Regno d'Italia nel 1866. Durante entrambe le guerre mondiali subì pesanti bombardamenti, ma l'assetto urbanistico della città è stato mantenuto e il patrimonio artistico e monumentale lesionato è stato ripristinato con grande cura.

PRENOTA IL TUO HOTEL A VICENZA

Cerca nel sito

Traduttore automatico

itenfrdeptrues

vicenza-e-cuore-del-veneto

vicenza-patrimonio-unesco

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Contattaci

Consorzio Turistico Vicenza è
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 99 47 70
Fax: +39 0444 99 47 79

Web: www.vicenza-unesco.com

Pagina Facebook