Vicenza e le ville di Palladio del Veneto

Identificazione, localizzazione e criteri

Identificazione del bene

Anno di iscrizione 1994
Date successive estensioni 1996
 
Sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale 18
tenutasi a Phuket, Tailandia - 12/1994 
 
Categoria sito culturale, sito seriale
Classificazione sito sito
Tipologia sito culturale edificio storico e complesso monumentale
 
Breve descrizione
Fondata nel II° secolo a.C. nel Nord Italia, la città ha prosperato durante la dominazione veneziana, dall’inizio del XV° secolo fino alla fine del XVIII secolo. L’opera di Andrea Palladio (1508-1580), basata su un approfondito studio dell’architettura romana classica, diede alla città un aspetto di unicità. I suoi interventi urbani e le ville disseminate sul territorio veneto ebbero un’influenza fondamentale sul corso storico dell’architettura. Il lavoro del Palladio ha ispirato un tipico stile architettonico (“palladiano”) che si è sviluppato in Inghilterra, in altri paesi europei e nel Nord America.

Documenti

Localizzazione del bene

Stato Italia
Regione/i Veneto
Provincia/e Vicenza
Comune Vicenza 
 
Coordinate geografiche
Punto baricentrico Lat (N) 45° 32‘ 57" Lon (E) 11° 32‘ 58"
 
Superficie del bene (ha) 0,00 
Superficie zona tampone (ha) 0,00

Cartografia

Componenti del sito seriale

Criteri

Il 15 dicembre 1994, Vicenza è stata inserita nella lista dei beni "patrimonio dell’umanità" con i suoi ventitré monumenti palladiani del centro storico e tre ville site al di fuori dell’antica cinta muraria, pure realizzate dal famoso architetto. La città del Palladio rappresenta un capolavoro del genio creativo umano. Mostra un importante scambio di valori umani, in un periodo o in un'area culturale del mondo, esprimendo eccezionalità negli sviluppi dell'architettura e delle tecnologie, dell'arte monumentale, urbanistica o paesaggistica. L'opera di Andrea Palladio, fondata su uno studio approfondito dell'architettura romana classica, ebbe un'influenza decisiva sull'evoluzione dell'architettura. Il suo lavora ha ispirato uno stile architettonico caratteristico (lo stile palladiano) che si è successivamente diffuso in Europa e nell'America del Nord.
Nel 1996 il riconoscimento dell'UNESCO è stato esteso fino a includere anche le ville del Palladio dell’intero territorio provinciale (altre sedici). Vicenza è quindi uno dei siti UNESCO che possiede il maggior numero di monumenti protetti: ben trentanove.
Id. n. 712/712bis 1994-1996 C (i) (ii)