WHC - Centro per il Patrimonio Mondiale

WHC-UnescoCreato nel 1992, il World Heritage Centre (WHC) coordina le attività relative al patrimonio mondiale e assicura la gestione quotidiana della Convenzione.

Organizza gli incontri statutari previsti dalla Convenzione per il Patrimonio Mondiale, l'Assemblea Generale biennale degli Stati Membri, gli incontri annuali del Comitato per il Patrimonio Mondiale e gli incontri dell'Ufficio.

Su richiesta di uno Stato Membro, il Centro organizza l'assistenza nella preparazione degli elenchi preliminari e delle nomination per l'Elenco del Patrimonio Mondiale; mobilita l'assistenza internazionale, organizza corsi di formazione ed assistenza di emergenza se un sito è minacciato.

Il Centro ha un altro compito importante: su richiesta degli Stati Membri assiste le attività di monitoraggio e di preparazione delle relazioni sullo stato di conservazione dei beni del Patrimonio Mondiale. Gestisce anche le informazioni e le relazioni sulle minacce ai beni del patrimonio, ricevute dal pubblico, dagli Stati Membri e dagli Enti Consiliari e le porta all'attenzione degli organi statutari del Patrimonio Mondiale.

Uno dei compiti del Centro è anche organizzare seminari tecnici e workshop, aggiornare l'elenco del Patrimonio Mondiale e il database, sviluppare materiale didattico per promuovere la consapevolezza del concetto di Patrimonio Mondiale e per tenere informato il pubblico rispetto alle questioni del Patrimonio Mondiale. Il Centro tiene anche i registri degli organi statutari e i documenti relativi al Patrimonio Mondiale, i film educativi, i CD-ROM, i libri e gli altri materiali.

Le attività del World Heritage Centre

Le principali aree di intervento attivo dell’Unesco possono essere suddivise in 3 grandi macrocategorie:

  • Culturale (conservazione culturale, città, architettura di terra, altro)
  • Naturale (conservazione naturale, mari e coste, foreste, altro)
  • Trasversale (cambiamento climatico, paesaggi culturali, educazione, scienze e tecnologie, turismo sostenibile, riduzione dei rischi legati al patrimonio mondiale)

Gli organi del World Heritage Centre

  • Il Comitato del patrimonio mondiale: si riunisce una volta all’anno ed é composto dai rappresentanti di 21 Stati firmatari della Convenzione eletti tramite l’ Assemblea generale. E’ l’ente responsabile dell’attuazione della Convenzione, determina l’utilizzo del fondo per il patrimonio mondiale per l'anno successivo. Decide l'iscrizione di nuovi beni nell'elenco del Patrimonio mondiale, esamina i rapporti sullo stato di conservazione dei siti iscritti e chiede agli Stati membri di adottare misure specifiche qualora non fossero ben gestiti. Decide inoltre di iscrivere i siti nella Lista del patrimonio in pericolo.
    Il Comitato viene assistito da due organizzazioni internazionali non governative, Il Consiglio Internazionale per i monumenti e i Siti (ICOMOS) e l'Unione Mondiale di Conservazione (IUCN), nonché dall’organizzazione intergovernativa ICCROM (Centro Internazionale per lo Studio della conservazione e del restauro dei Beni Culturali).

  • L’ufficio del Comitato del patrimonio: composto da 7 Stati membri eletti annualmente dal Comitato, ha il compito  di coordinare il lavori del Comitato e di organizzare le sessioni di incontro.