L'UNESCO - Cos'è, quali sono i suoi organi

UnescoL'UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza sociale e naturale e la Cultura) è un’istituzione intergovenativa fondata a Londra il 16 novembre 1945.

Il suo fine è di “contribuire alla pace e alla sicurezza promuovendo la cooperazione tra le nazioni attraverso l’educazione, la scienza e la cultura onde garantire il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali che la Carta delle Nazioni Unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione.“

Come organizzazione specializzata dell'ONU, l'UNESCO è nata dal proposito di contribuire al mantenimento della pace, del rispetto dei Diritti Umani e dell'uguaglianza dei popoli attraverso i canali dell'Educazione, Scienza, Cultura e Comunicazione, in quanto fattori di sviluppo.

Struttura dell'Unesco

Alla Conferenza Generale è affidato il potere decisionale dell’UNESCO; partecipano ad essa i rappresentanti di tutti gli Stati Membri che si incontrano ogni due anni per stabilire le politiche e le principali linee guida per il lavoro concreto dell’Organizzazione. Seguendo il principio democratico di pari uguaglianza tra gli Stati Membri (un voto per Paese), la Conferenza Generale approva il programma generale ed il bilancio dell’UNESCO. Ogni quattro anni, nomina il direttore Generale su indicazione del Consiglio Direttivo (Executive Board).

Il Consiglio Direttivo (The Executive Board), composto da 58 Stati Membri, si riunisce due volte all’anno per assicurare il pieno raggiungimento di quanto contenuto nel mandato e nelle direttive espresse dalla Conferenza Generale; è inoltre responsabile della redazione degli atti preparatori per il lavoro della Conferenza Generale nonché della valutazione del programma e del relativo budget dell’Organizzazione.

Il Segretariato è composto dal Direttore Generale e dal proprio staff. Il Direttore Generale è insignito del potere direttivo ed esecutivo dell’Organizzazione; ha altresì un ruolo propositivo e di impulso per le azioni che devono essere intraprese ed approvate dalla conferenza Generale e dal Consiglio Direttivo, predisponendo una bozza preliminare per il programma biennale e ed il relativo budget. Il personale ha il compito di attuare il programma una volta approvato e consta di circa 2145 persone provenienti da 160 Paesi diversi (fonti dell’Aprile 2003). A seguito di un’attenta politica di decentramento, oggi più di 640 persone lavorano presso i 53 uffici UNESCO dislocati in tutto il mondo. L’UNESCO è l’unica Organizzazione Internazionale appartenente alla rete ONU ad essere organizzata con un fitto sistema di Commissioni Nazionali nei190 Stati Membri e nei sei Stati Associati. Le Commissioni rappresentano un collegamento vitale ed essenziale tra la società civile con le sue proprie peculiari esigenze concrete e l’Organizzazione con i suoi programmi attuativi dei propri principi di massima. Infatti le Commissioni Nazionali forniscono utili spunti per il programma UNESCO e costituiscono un valido sostegno per la realizzazione di numerose attività, tra le quali programmi di formazione, studi ed analisi, campagne di sensibilizzazione e diffusione mediatica dei principi UNESCO. Le Commissioni inoltre sviluppano un nuovo modello di cooperazione con il settore privato, il quale può utilmente fornire notevoli e valide competenze tecniche e risorse finanziarie.